Dott. Emir MUJAGIĆ, med. veterinario, Dott. Vice ZANINOVIĆ, med. veterinario / Fotografie e video: Archivio-Prva K, Clinica per piccoli animali

Laparoscopia o CHIRURGIA LAPAROSCOPICA

Laparoscopia, chirurgia laparoscopica, chirurgia, chirurgia mini-invasiva, videochirurgia, chirurgia endoscopica, sono i vari nomi che diamo agli interventi chirurgici minimamente invasivi con telecamere di controllo. Con la chirurgia mini-invasiva possiamo portare a termine una serie di interventi: ovariectomia (asportazione delle ovaie), interventi per criptorchidismo (testicoli non discesi) nel caso in cui i testicoli siano rimasti nell’addome, gastropessi (fissazione dello stomaco alla parete addominale per le razze che tendono a contrarre lo stomaco), biopsia epatica, del pancreas, degli intestini, dei reni, perforazione della cistifellea, asportazione della cistifellea, rimozione dei tumori della ghiandola surrenale, asportazione dei calcoli della vescica, chirurgia toracica.

VIDEORIPRESA DELL’INTERVENTO LAPAROSCOPICO

Gli interventi laparoscopici vengono effettuati in anestesia totale e con monitoraggio del paziente. Nell’ovariectomia (asportazione delle ovaie della cagna) pratichiamo due piccole aperture (dimensioni 0,5 e 1,0 cm.) nella cavità addominale. Nell’apertura più piccola viene inserita una videocamera, in quella più grande, invece, lo strumento chirurgico utilizzato per la presa e la rimozione delle ovaie, ovvero per la sutura e il taglio dei vasi sanguigni e dei tessuti circostanti. Suturiamo le aperture nella cavità addominale con filo riassorbibile e fissiamo la cute con colla chirurgica. A differenza degli interventi tradizionali di ovariectomia, il taglio nell’area addominale è molto più piccolo. Saldiamo e tagliamo i legamenti che sostengono le ovaie e l’utero riducendo così il dolore post-operatorio del 60%. I legamenti sono, infatti, uniti ai reni, coperti dal peritoneo, che è a sua volta innervato e che, con la procedura convenzionale, contribuirebbe a una convalescenza dolorosa e prolungata. Inoltre, per la legatura delle ovaie non utilizziamo suture, evitando così eventuali reazioni indesiderate con i punti di sutura.

Vantaggi dell’ovariectomia laparoscopica